Gadda prima di Contini. Dai primi scritti al <Castello di Udine>

Borali, Alice (2019) Gadda prima di Contini. Dai primi scritti al <Castello di Udine>, [Dissertation thesis], Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Dottorato di ricerca in Culture letterarie e filologiche, 31 Ciclo.
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Italiano) - Accesso riservato fino a 11 Febbraio 2021 - Richiede un lettore di PDF come Xpdf o Adobe Acrobat Reader
Disponibile con Licenza: Salvo eventuali più ampie autorizzazioni dell'autore, la tesi può essere liberamente consultata e può essere effettuato il salvataggio e la stampa di una copia per fini strettamente personali di studio, di ricerca e di insegnamento, con espresso divieto di qualunque utilizzo direttamente o indirettamente commerciale. Ogni altro diritto sul materiale è riservato.
Download (6MB) | Contatta l'autore

Abstract

Questo lavoro si propone di ricostruire, dal punto di vista archivistico-documentario, filologico e critico, l'esordio letterario di Gadda, attraverso uno studio comparato di testi editi, progetti abbandonati e lavori pubblicati anni più tardi. Estremi cronologici dell'indagine sono il 1924, anno in cui Gadda, di ritorno dall'Argentina, può finalmente iniziare a dedicarsi alla scrittura, attraverso il composito cantiere operativo del cahier d'études, e seguire i corsi dell'Accademia Scientifico-letteraria; e il 1934, anno della pubblicazione del secondo volume di prose, Il castello di Udine, preceduta dall'uscita, sul fascicolo gennaio-febbraio di «Solaria», di una recensione di Gianfranco Contini, in cui viene impiegata per la prima volta la categoria letteraria di pastiche. L'analisi della prima produzione dell'autore è stata condotta adottando un approccio al tempo stesso cronologico e di genere. L'arco temporale considerato è stato scandito in due blocchi - 1924-1929 (Parte I) e 1930-1934 (Parte II) - marcati sia da vicende biografiche di rilievo, che da evidenti fratture nel percorso letterario. La prima parte si articola in tre sezioni: gli studi universitari (cap. 1), l'incontro con la dimensione narrativa (cap. 2) e le prose descrittive (cap. 3). Nel blocco cronologico successivo, prendendo a prestito le parole dello stesso scrittore, i testi obbligativi composti "su commissione" per quotidiani e riviste, sono stati distinti dai lavori di genere narrativo.

Abstract

Gestione del documento: Visualizza la tesi

^