5-metil-tetraidrofolato nel trattamento dell'ipertensione portale in pazienti con cirrosi e in profilassi farmacologica con beta-bloccanti per il rischio di sanguinamento da varici esofagee: trial randomizzato in doppio cieco controllato con placebo

Di Donato, Roberto (2019) 5-metil-tetraidrofolato nel trattamento dell'ipertensione portale in pazienti con cirrosi e in profilassi farmacologica con beta-bloccanti per il rischio di sanguinamento da varici esofagee: trial randomizzato in doppio cieco controllato con placebo, [Dissertation thesis], Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Dottorato di ricerca in Scienze chirurgiche, 31 Ciclo.
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Italiano) - Accesso riservato fino a 31 Dicembre 2021 - Richiede un lettore di PDF come Xpdf o Adobe Acrobat Reader
Disponibile con Licenza: Salvo eventuali più ampie autorizzazioni dell'autore, la tesi può essere liberamente consultata e può essere effettuato il salvataggio e la stampa di una copia per fini strettamente personali di studio, di ricerca e di insegnamento, con espresso divieto di qualunque utilizzo direttamente o indirettamente commerciale. Ogni altro diritto sul materiale è riservato.
Download (559kB) | Contatta l'autore

Abstract

Introduzione: La cirrosi viene frequentemente complicata dall’incremento della pressione portale e dal conseguente sviluppo di varici esofago-gastriche, ascite e sanguinamento da varici. L'azione dei β-bloccanti nel ridurre il valore dell’HVPG, dipende da un diminuito afflusso portale, secondario alla riduzione dell'indice e alla vasocostrizione splancnica Purtroppo, le resistenze vascolari intraepatiche sono scarsamente influenzate dall’azione dei beta-bloccanti. Il 5-metiltetraidrofolato (5-MTHF) può migliorare la funzione vascolare attraverso la sua azione sulla eNOS e sullo stress ossidativo vascolare Attualmente non è noto se il 5-MTHF possa avere lo stesso effetto sulla microcircolazione epatica. Obiettivi: Valutare l’efficacia del trattamento per 3 mesi con 5-MTHF in associazione con propranololo rispetto a propranololo + placebo, in termini di riduzione dell’HVPG nei pazienti cirrotici con ipertensione portale (PI). Obiettivi secondari sono: a) Valutare la tollerabilità del 5-MTHF nei pazienti cirrotici con PI; b) Valutare se vi sia un miglioramento del tono vascolare intraepatico mediato dalla diminuzione dello stress ossidativo e dalla maggiore biodisponibilità di NO nei pazienti con cirrosi e PI. Risultati: In entrambi i gruppi si evidenzia una riduzione del valore dell’HVPG rispetto al valore basale, ma la modificazione risultava significativamente maggiore nel gruppo trattato con 5-MTHF rispetto al gruppo placebo (20.8%, SD 15.4 nel gruppo 5-MTHF vs 9.2%, SD 21.3 nel gruppo placebo; p=0.033). Analoga riduzione si evidenzia per il valore dell’elastometria misurata con FibroScan® (21.8%, SD 34.7 nel gruppo 5-MTHF vs 4.4%, SD 32.5 nel gruppo placebo, p=0.064). Discussione: l'analisi di confronto tra il gruppo di trattamento e il gruppo placebo mostra una differenza statisticamente significativa in termini di entità di riduzione del gradiente pressorio porto-epatico. Ulteriori studi multicentrici, su coorti più ampie sono auspicabili per validare l’utilizzo del 5-MTHF+placebo nel ridurre il valore di pressione portale misurato con HVPG

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di dottorato
Autore
Di Donato, Roberto
Supervisore
Co-supervisore
Dottorato di ricerca
Ciclo
31
Coordinatore
Settore disciplinare
Settore concorsuale
Parole chiave
Cirrosi epatica - Ipertensione portale - Betabloccanti - Emorragia digestiva - Varici esofagee - Acido folico - HVPG -
URN:NBN
Data di discussione
10 Aprile 2019
URI

Altri metadati

Gestione del documento: Visualizza la tesi

^