Luogo del crimine, luogo dell'anima. La città nel romanzo noir contemporaneo (1995-2015): Bologna, Limoges, Salonicco

Ambroso, Federica (2021) Luogo del crimine, luogo dell'anima. La città nel romanzo noir contemporaneo (1995-2015): Bologna, Limoges, Salonicco, [Dissertation thesis], Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Dottorato di ricerca in Lingue, letterature e culture moderne, 33 Ciclo.
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (French) - Accesso riservato fino a 1 Gennaio 2024 - Richiede un lettore di PDF come Xpdf o Adobe Acrobat Reader
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial ShareAlike 4.0 (CC BY-NC-SA 4.0) .
Download (2MB) | Contatta l'autore

Abstract

La tesi si propone di analizzare la rappresentazione delle città di Bologna, Limoges e Salonicco nel romanzo noir contemporaneo (1995-2015) di Italia, Francia e Grecia. L'approccio sociologico, geocritico e antropologico domina nella prima parte della tesi, mentre nella seconda parte, dedicata maggiormente all'analisi dei testi, viene utilizzato un approccio linguistico e stilistico basato su occorrenze e retorica, che tiene anche conto di alcuni elementi di psicocritica. La riflessione si sviluppa in due tempi, più un capitolo conclusivo. Nella prima parte vengono analizzate le città di Bologna, Limoges e Salonicco in qualità di città noir, luoghi del crimine da decifrare, sulla base di cinque caratteristiche: dilatazione, disumanizzazione, disorientamento, deculturazione, deindividuazione. Nella seconda parte si cerca di definire la sfida dei detective contemporanei: leggere le città, come codici da decifrare, per risolvere i crimini. La lettura della città si sviluppa in cinque fasi, speculari alle caratteristiche della prima parte: esplorazione, investigazione, ricostruzione, identificazione, accettazione. Ciò che il detective alla fine della sua indagine e del romanzo scopre è che la città è un vero e proprio personaggio, e che oltre ad essere un luogo del crimine, è anche un luogo dell’anima, specchio del vissuto dei protagonisti. Il romanzo noir mette in scena il conflitto, forse irresolubile, che riguarda la definizione di città e dunque di individuo, e indica l’impossibilità di una risposta definitiva e rassicurante. L’uomo e la città si confondono per divenire una cosa sola.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di dottorato
Autore
Ambroso, Federica
Supervisore
Co-supervisore
Dottorato di ricerca
Ciclo
33
Coordinatore
Settore disciplinare
Settore concorsuale
Parole chiave
Noir fiction, detective fiction, city, French literature, Italian literature, neo-Greek literature, comparative literature, geocriticism, postmodernity, romanzo noir, romanzo poliziesco, città, letteratura francese, letteratura italiana, letteratura neogreca, geocritica, letterature comparate
URN:NBN
Data di discussione
26 Marzo 2021
URI

Altri metadati

Gestione del documento: Visualizza la tesi

^