Innesto osseo secondario al processo alveolare: valutazione degli outcomes chirurgici con l'utilizzo della TC Cone Beam e del 3D modeling

Fabbri, Erich (2020) Innesto osseo secondario al processo alveolare: valutazione degli outcomes chirurgici con l'utilizzo della TC Cone Beam e del 3D modeling, [Dissertation thesis], Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Dottorato di ricerca in Scienze chirurgiche, 32 Ciclo.
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Italiano) - Accesso riservato fino a 31 Marzo 2021 - Richiede un lettore di PDF come Xpdf o Adobe Acrobat Reader
Disponibile con Licenza: Salvo eventuali più ampie autorizzazioni dell'autore, la tesi può essere liberamente consultata e può essere effettuato il salvataggio e la stampa di una copia per fini strettamente personali di studio, di ricerca e di insegnamento, con espresso divieto di qualunque utilizzo direttamente o indirettamente commerciale. Ogni altro diritto sul materiale è riservato.
Download (83MB) | Contatta l'autore

Abstract

Introduzione: L'innesto osseo al processo alveolare rappresenta il trattamento migliore per la correzione della sua schisi. Utilizzando metodiche radiologiche bidimensionali è impossibile una valutazione quantitativa dei risultati. L'introduzione della TC come-beam consente una valutazione effettiva dei risultati. Presentiamo una nuova classificazione anatomica basata sulle tecnologie 3D. Metodi: Abbiamo analizzato 29 pazienti con schisi al processo alveolare, non sindromici, mediante una TCCB subito prima e 6 mesi dopo l'intervento chirurgico. E' stata elaborata una ricostruzione 3D del difetto anatomico per ogni paziente. Questo ha consentito la misurazione esatta della quantità di osso necessaria durante l'intervento e la conformazione di un misurino a forma di cucchiaio per 2 volumi diversi: il "volume funzionale" corrispondente alla quantità di osso necessaria per ricreare il processo alveolare; il "volume morfologico" rappresentato dalla quantità necessaria a colmare il difetto fino all'apertura piriforme. infine è stato valutato il riassorbimento dell'osso innestato mediante un confronto tra la TC pre e post operatoria. Risultati: il 65,5% dei pazienti ha presentato un risultato soddisfacente, maggiore al 90% del volume funzionale. In 3 pazienti il volume ricostruito è stato simile a quello morfologico. Solo 1 paziente è stato un fallimento legato a un'infezione post-operatoria. Non sono state riportate altre complicanze. Conclusioni: L'introduzione della TCCB ha portato al chirurgo diversi vantaggi associati alla creazione di un modello tridimensionale del difetto anatomico. Consente una maggiore precisione nell'allestimento della tasca per l'innesto oltre alla stampa di un contenitore corrispondente alla quantità di osso necessaria. In questo modo è possibile minimizzare il danno a carico del sito ricevente; si può inoltre ottenere un'accurata valutazione del risultato e dell'entità del riassorbimento.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di dottorato
Autore
Fabbri, Erich
Supervisore
Co-supervisore
Dottorato di ricerca
Ciclo
32
Coordinatore
Settore disciplinare
Settore concorsuale
Parole chiave
3D modeling; bone graft
URN:NBN
Data di discussione
2 Aprile 2020
URI

Altri metadati

Gestione del documento: Visualizza la tesi

^