Semantics Driven Agent Programming

Antoniazzi, Francesco (2020) Semantics Driven Agent Programming, [Dissertation thesis], Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Dottorato di ricerca in Computer science and engineering, 32 Ciclo.
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (English) - Accesso riservato fino a 31 Dicembre 2020 - Richiede un lettore di PDF come Xpdf o Adobe Acrobat Reader
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives 4.0 (CC BY-NC-ND 4.0) .
Download (3MB) | Contatta l'autore

Abstract

Negli ultimi due decenni le nuove Tecnologie dell'Informazione hanno cambiato radicalmente la vita delle persone in tutto il mondo. Soltanto qualche anno fa, per esempio, lo scambio di informazione era necessariamente effettuato sotto forma cartacea in quasi ogni ambito. Oggi, invece, il mezzo elettronico viene privilegiato sempre più per questioni di efficienza nonch\'e, recentemente, si spera anche per motivi legati alla sostenibilità ambientale. L'informazione ha dato prova, nel corso del tempo, della sua importanza. Ha contribuito a rendere possibili numerosissime applicazioni in grado di far interagire l'umanità con il mondo fisico attraverso un'astrazione composta da servizi facilmente accessibili e distribuiti ovunque. Internet è il cuore di questo grande sistema chiamato Internet of Things (IoT). L'IoT ha in comune con Internet la sua interfaccia caotica e la mancanza di ordine. I protocolli, le convenzioni, i meccanismi cambiano da una applicazione all'altra, rendendo difficile e costoso scoprire e creare sistemi compatibili. Da queste considerazioni ormai accettate dalla comunità traggono origine due concetti eccezionali: il Semantic Web e il Web of Things (WoT). Quest'ultimo ha come fine quello di unificare l'IoT ad un livello applicativo condiviso rendendo disponibili definizioni e meccanismi standard per la scoperta dei dispositivi. Il primo, invece, fornisce degli strumenti per formalizzare la conoscenza distribuita nel World Wide Web in modo che sia contemporanemante fruibile all'uomo e alle macchine. Questa Tesi si accinge ad esplorare i due concetti appena descritti, ed a riunirli usando il meglio di entrambi nel Semantic Web Of Things. Per fare ciò si proporranno, descriveranno, valuteranno ed useranno due ontologie: l'ontologia dell'Internet of Musical Things, che servirà per mostrare una definizione semantica dell'IoT; e l'ontologia del Semantic WoT, il cui scopo è di spingere oltre lo Stato dell'Arte nell'unificazione dell'IoT e nella sua standardizzazione attraverso un approccio semantico e dinamico.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di dottorato
Autore
Antoniazzi, Francesco
Supervisore
Co-supervisore
Dottorato di ricerca
Ciclo
32
Coordinatore
Settore disciplinare
Settore concorsuale
Parole chiave
IoT, WoT, Agents, Semantic Web
URN:NBN
Data di discussione
2 Aprile 2020
URI

Altri metadati

Gestione del documento: Visualizza la tesi

^