Acqua attivata al plasma per gestione e difesa ecosostenibili delle colture

Zambon, Yuri (2019) Acqua attivata al plasma per gestione e difesa ecosostenibili delle colture, [Dissertation thesis], Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Dottorato di ricerca in Scienze e tecnologie agrarie, ambientali e alimentari, 31 Ciclo.
Documenti full-text disponibili:
[img] Documento PDF (Italiano) - Accesso riservato fino a 30 Gennaio 2022 - Richiede un lettore di PDF come Xpdf o Adobe Acrobat Reader
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives (CC BY-NC-ND 4.0) .
Download (7MB) | Contatta l'autore

Abstract

Al giorno d'oggi una delle principali sfide è quella di muoversi verso un'agricoltura eco-sostenibile, in grado di preservare la produzione alimentare attraverso un uso limitato di sostanze chimiche. Attualmente, il sostentamento alimentare globale è raggiunto, quasi esclusivamente, mediante un'agricoltura intensiva basata principalmente sulla monocoltura delle colture più redditizie. Questo approccio riduce drasticamente la biodiversità promuovendo, nelle piante, il manifestarsi di svariati stress di origine abiotica e biotica generalmente controllati mediante un cospicuo impiego di pesticidi. Per promuovere una gestione eco-sostenibile delle malattie delle piante e fornire una metodologia totalmente innovativa, è stata applicata, in campo ed in laboratorio, una nuova tecnologia basata sull'utilizzo di acqua attivata dal plasma (PAW). Questa soluzione, caratterizzata dalla presenza al suo interno di specie reattive dell'ossigeno e dell'azoto in ambiente acido, è stata impiegata con l’obiettivo di migliorare le risposte di difesa delle piante. I risultati, ottenuti su diverse piante (pervinche-viti) e condizioni di crescita (vitro-vivo), indicano l’abilità di PAW nel migliorare le risposte di difesa delle piante sia a livello trascrizionale che post-trascrizionale. Questo stimolo, indotto dalla presenza di forme reattive di ossigeno e azoto in soluzione, genera inoltre la sintesi di importanti composti antiossidanti impiegati nell’industria farmaceutica. Infine, l’applicazione di PAW direttamente in campo ha evidenziato come queste proprietà, dimostrate in laboratorio, abbiano portato ad una riduzione di piante positive alla presenza di fitoplasmi e all’aumento dei loro parametri quantitativi di resa.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di dottorato
Autore
Zambon, Yuri
Supervisore
Co-supervisore
Dottorato di ricerca
Ciclo
31
Coordinatore
Settore disciplinare
Settore concorsuale
Parole chiave
PAW, phytoplasma, grapevines, resistent inducer, catharanthus roses, miRNA
URN:NBN
Data di discussione
20 Marzo 2019
URI

Altri metadati

Gestione del documento: Visualizza la tesi

^