Il governo della forza-lavoro. Produzione e soggettività secondo Marx

Pirone, Maurilio (2017) Il governo della forza-lavoro. Produzione e soggettività secondo Marx, [Dissertation thesis], Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Dottorato di ricerca in Politica, istituzioni, storia, 28 Ciclo. DOI 10.6092/unibo/amsdottorato/8179.
Documenti full-text disponibili:
[img]
Anteprima
Documento PDF (Italiano) - Richiede un lettore di PDF come Xpdf o Adobe Acrobat Reader
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives (CC BY-NC-ND 3.0) .
Download (1MB) | Anteprima

Abstract

Marx continua ad essere un pensatore vivo, come dimostrano i numerosi studi degli ultimi anni. Marx va costantemente alla ricerca di quelle forze soggettive che possano fare la storia dal suo interno. E le individua in quelle potenze produttive che sono trasformate in soggetto storico all’interno della società civile moderna. Il capitale per Marx non è soltanto una gigantesca macchina che produce ricchezza. È prima di tutto un rapporto sociale. Accanto alle logiche della valorizzazione sono necessarie e si sviluppano delle tecniche di potere che producono la soggettività del lavoro. Governare la forza-lavoro significa istituire un rapporto di subalternità, disciplinare l’uso dei corpi, regolare la mobilità e l’accesso degli individui alla ricchezza. È per questo motivo che ho trovato utile riprendere alcuni tasselli della complessa produzione teorica foucaultiana al fine di pensare l’impensato in Marx. Il mio lavoro si colloca ai bordi di questa frontiera per spingersi oltre, indagando le strategie, i metodi e le tecniche tramite le quali per Marx la forza-lavoro è catturata in una rete di produzione/potere. Questa maglia di relazioni soggettive e dispositivi oggettivi costituisce quella che Marx chiama la società civile. La bürgerliche Gesellschaft, infatti, non è per Marx solo il luogo dello scambio, della compravendita della forza-lavoro, del sistema dei bisogni, ma anche spazio della cooperazione, della costituzione di corpi collettivi, dello sviluppo di forme organizzative e aspirazioni politiche. È così che il governo della forza-lavoro (in senso oggettivo) si tramuta in liberazione delle forze produttive tramite l’invenzione di nuove istituzioni (quel governo del lavoro vivo in senso soggettivo esemplificato dalla Comune di Parigi).

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di dottorato
Autore
Pirone, Maurilio
Supervisore
Dottorato di ricerca
Scuola di dottorato
Scienze politiche e sociali
Ciclo
28
Coordinatore
Settore disciplinare
Settore concorsuale
Parole chiave
Marx, Philosophy of Politics, Subjectivity, Filosofia politica, società civile, soggettività
URN:NBN
DOI
10.6092/unibo/amsdottorato/8179
Data di discussione
29 Maggio 2017
URI

Altri metadati

Statistica sui download

Gestione del documento: Visualizza la tesi

^