L'avvistamento notturno degli utenti deboli della strada

Strangi, Mattia (2017) L'avvistamento notturno degli utenti deboli della strada, [Dissertation thesis], Alma Mater Studiorum Università di Bologna. Dottorato di ricerca in Ingegneria civile, chimica, ambientale e dei materiali, 29 Ciclo. DOI 10.6092/unibo/amsdottorato/8007.
Documenti full-text disponibili:
[img]
Anteprima
Documento PDF (Italiano) - Richiede un lettore di PDF come Xpdf o Adobe Acrobat Reader
Disponibile con Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives (CC BY-NC-ND 3.0) .
Download (90MB) | Anteprima

Abstract

Lo scopo della campagna di prove sperimentali è quello di determinare alcune grandezze utili alla ricostruzione del sinistro veicolo-utente debole della strada, ovvero la distanza a cui un conducente di un’autovettura riesce ad avvistare un utente debole della strada, il tempo di sensazione e il tempo totale di percezione e reazione al pericolo. Nello specifico, si esaminerà la situazione più critica di interazione tra automobilista ed utente debole: orario notturno e assenza di illuminazione pubblica, utente debole vestito con abiti scuri e privo di dispositivi luminosi o catadiottri, autovettura con fari anabbaglianti.

Abstract
Tipologia del documento
Tesi di dottorato
Autore
Strangi, Mattia
Supervisore
Dottorato di ricerca
Ciclo
29
Coordinatore
Settore disciplinare
Settore concorsuale
Parole chiave
Ricostruzione incidenti stradali sinistri strada Mattia Strangi Avvistabilità dinamica Avvistabilità notturna Automobilisti Utenti deboli Pedoni Ciclisti Mobile Eye V – Box Tempo di percezione Tempo di reazione
URN:NBN
DOI
10.6092/unibo/amsdottorato/8007
Data di discussione
17 Maggio 2017
URI

Altri metadati

Statistica sui download

Gestione del documento: Visualizza la tesi

^